Acari del materasso: 7 modi per eliminarli

Anche se non li vedi, sono tantissimi, sono brutti e fanno le peggio cose proprio sul tuo materasso: stiamo parlando di acari, naturalmente! Cosa dici, vuoi liberartene?

Ecco alcuni rimedi per eliminare gli acari dal materasso e passare la notte senza ospiti indesiderati nel proprio letto: prima però, vediamo chi sono gli acari e cosa combinano nei nostri letti!

Conosci il tuo nemico: gli acari del materasso

Gli acari del materasso sono insetti tanto piccoli quanto insidiosi: invisibili a occhio nudo, sono i responsabili di fastidiose allergie che colpiscono le vie respiratorie e la pelle. Dermatiti, starnuti, tosse, secchezza oculare sono alcuni sintomi della loro presenza e si stima che il 50% della popolazione europea soffra di allergie alle vie respiratorie proprio a causa loro…

Nemici dell’igiene, nemici del tuo sonno
Dormire in una stanza pulita, cambiare spesso le lenzuola e arieggiare è utile per dormire sonni tranquilli e non passare la giornata tra starnuti, pruriti e altri fastidi o, semplicemente, assonnati e irritati per la mancanza di riposo.

Magari pensavi di dormire in un letto pulito e invece… la realtà è ben diversa. Milioni di acari e batteri fanno festa, a tua insaputa, proprio nel tuo materasso. Gli acari infatti adorano gli ambienti caldi e umidi e per questo mettono su famiglia nei nostri letti. E che famiglia: un materasso può ospitarne fino a 1,5 milioni.

Cosa succede nel tuo letto?
Prova a pensare a milioni di acari che vivono a stretto contatto con te, nel letto in cui dormi. Piacevole no? Soprattutto se consideri che nel tuo letto svolgono tutte le loro funzioni vitali… ecco, ci siamo capiti. Anzi, per rendere ancora più vivida questa immagine e dare alla questione il peso che merita, sappi che un cuscino, per esempio, dopo soli due anni pesa fino al 10% in più a causa degli acari e dei loro escrementi.

Come eliminare gli acari dal materasso

Bene, è arrivato il momento di capire cosa puoi fare per liberarti dagli acari: ecco 7 consigli da mettere subito in pratica.

1. Non rifare il letto. Anche se vedere il letto sfatto per te è una violenza, fidati: aspetta qualche ora dal tuo risveglio prima di rassettarlo. Così facendo elimini l’umidità da lenzuola, cuscini e materassi e gli acari si disidratano e muoiono più facilmente.

2. Parola d’ordine: arieggiare. Arieggia la stanza, quando – vedi sopra – lasci il letto sfatto. Periodicamente esponi all’aria anche materasso e cuscini e metti spesso al sole copriletti e coperte.

3. Lavaggi ad alta temperatura. Lava settimanalmente la biancheria da letto: federe e lenzuola vanno in lavatrice a 55°C.

4. Occhio alla polvere, quella sotto al letto. Gli acari del materasso non si trovano nella polvere che si vede a occhio nudo su pavimenti o mobilio: infatti sono fotofobici e non tollerano la luce del sole. Se ne trovano in grande quantità invece nella polvere che cade dal materasso e si trova sotto il letto. 

5. Lascia stare la scopa. Sì, perché solleva la polvere spostandola da una superficie all’altra. Per le pulizie prediligi panni umidi e un aspirapolvere con filtro HEPA, in grado di catturare anche particelle di dimensioni infinitesimali.

6. Vapore? No grazie. Anche se uccide una parte degli acari e distrugge gli allergeni, è sconsigliato usare il vapore sui materassi: l’umidità trattenuta dalle fibre infatti favorisce la proliferazione di acari, muffe e funghi.

7. Cambia cuscini e materasso . Un letto e un materasso totalmente privi di acari non sono un’ipotesi realistica, ma col passare del tempo, la loro presenza e quella dei loro scarti non fa altro che aumentare e non è possibile tornare indietro.

I materassi antiacaro
Se la tua filosofia è “prevenire è meglio che curare” o dormi ormai da troppo tempo sullo stesso materasso, è il caso di cambiare e scegliere materasso e cuscini anallergici e antiacaro. A maggior ragione se soffri di allergia: è l’unica soluzione per ridurre i sintomi e godersi finalmente un sonno senza interruzioni.

Scoprire le caratteristiche e i benefici per la salute di un materasso anallergico e inizia a dormire solo con chi vuoi tu: non con milioni di acari, vero?

L’hai trovato utile? Condividi l’articolo su: